[REQ_ERR: 403] [KTrafficClient] Something is wrong. Enable debug mode to see the reason. PERCHÉ IL CETRIOLO È UN ALLEATO DELLA SALUTE? ECCO TUTTE LE PROPRIETÀ – Organic store

PERCHÉ IL CETRIOLO È UN ALLEATO DELLA SALUTE? ECCO TUTTE LE PROPRIETÀ

cetrioli tipologie

Tipico ortaggio estivo, il cetriolo (Cucumis sativus) è il frutto di una pianta appartenente alla famiglia delle Cucurbitaceae, come la zucchina, il melone e l’anguria, altri grandi protagonisti della stagione calda. Esistono molte varietà di cetrioli: da quelli più lunghi e verdi, detti “degli ortolani” per la facilità con cui si coltivano anche nell’orto domestico e usati soprattutto per le insalate, a quelli più piccoli, perfetti per i sottaceti. Non tutti amano questo ortaggio e per alcuni non è digeribile, ma le proprietà del cetriolo sono così tante da renderlo, senza ombra di dubbio, un vero e proprio “cibo della salute”.

Scopriamole insieme e vediamo perché non dovrebbe mancare nelle nostre tavole.

VARIETÀ E TIPOLOGIE DI CETRIOLI

Il Cucumis sativus è una pianta annuale originaria dell’India, strisciante o rampicante, che produce frutti verdi, allungati e polposi, consumati generalmente crudi o conservati sott’aceto. Anche chi ama dedicarsi all’orto troverà facile coltivarli poiché crescono bene a temperature di 25-28°C, in terreni ben drenanti ma sempre umidi. Con le dovute attenzioni e innaffiando abbondantemente, in soli tre mesi dalla semina, che in genere va fatta in primavera, tra aprile e giugno, si ottengono tanti frutti maturi, pronti al consumo.

Le varietà di cetriolo si distinguono per la forma e il colore della buccia: i più comuni sono quelli allungati e lisci come il cetriolo lungo verde, l’americano e l’olandese, più adatti alla coltivazione casalinga, poi quelli piccoli e spinosi come il corto parigino, ideale per le conserve. O ancora, quelli tondi come il cetriolo carosello di Polignano, detto anche “cocomero pugliese” o “cetriolo melone”, cultivar tradizionale della Puglia molto digeribile, dalla polpa bianca, soda e saporita, perfetto per le insalate. Esiste anche il cosiddetto cetrangolo, dalla caratteristica forma caratteristica arrotolata e molto allungata, che cresce solo in Sicilia.

CETRIOLI: CALORIE E VALORI NUTRIZIONALI

Dal punto di vista nutrizionale, il cetriolo è composto per il 96,5% da acqua, ed è un’ottima fonte di sali minerali, ma è ricco anche di vitamine del gruppo B e vitamina C, con un bassissimo apporto calorico (solo 12 kcal per 100 g). Ma vediamo tutte le sue principali componenti:

  • acqua
  • fibre
  • sodio
  • potassio
  • calcio
  • fosforo
  • ferro
  • vitamina B1 (tiamina)
  • vitamina B2 (riboflavina)
  • vitamina B3 (niacina)
  • vitamina C.

PROPRIETÀ DEL CETRIOLO, PREZIOSO ALLEATO DELLA SALUTE

Il cetriolo, consumato fresco, ha numerose benefici per la salute, anche perché, a differenza di altri ortaggi di stagione, si utilizza generalmente con tutta la buccia, la parte che contiene il maggior concentrato di nutrienti.

Tra questi, come abbiamo visto, troviamo certamente i sali minerali, che lo rendono un vero e proprio integratore naturale,utile soprattutto in estate per combattere stanchezza e spossatezza causati dalle alte temperature. Ma le sorprese non sono finite qui, perché questo ortaggio nasconde altre preziose proprietà.

PROPRIETÀ DIURETICHE E DEPURATIVE

Le principali proprietà riguardano la sua azione depurativa e diuretica, dovuta all’alto contenuto di acqua, fibre e minerali. Per questo il cetriolo è consigliato in dieta dimagrante a chi vuole eliminare i liquidi in eccesso e gli accumuli di cellulite. Infatti, l’acqua e le fibre di cui è ricco contribuiscono ad aumentare il senso di sazietà con pochissime calorie, quindi se inserito correttamente in un’alimentazione  equilibrata, ad esempio nelle insalate come contorno o in pinzimonio prima dei pasti, è  molto utile per chi vuole perdere peso in modo sano.

COMBATTE IL COLESTEROLO

Oltre a essere ricchi di acqua e di fibre, c’è da dire che i cetrioli sono poveri di zuccheri: sono ideali quindi  anche per chi deve tenere sotto controllo la glicemia e il colesterolo in eccesso, con notevoli benefici per la salute dell’apparato cardiocircolatorio.

AIUTA L’INTESTINO

Grazie al suo contenuto di vitamine e sali minerali, il cetriolo è un vero e proprio rinfrescante intestinale, utile ad alleviare i dolori e a combattere il gonfiore addominale in caso di intossicazione e di coliche.

POTENTE ANTINFIAMMATORIO

Il cetriolo deve le sue le sue proprietà antinfiammatorie, antiossidanti e decongestionanti all’azulene, lo stesso principio attivo presente nella camomilla, che ha anche un effetto protettivo sulla microcircolazione capillare.

AMICO DELLA PELLE

In virtù delle sue caratteristiche, il cetriolo viene utilizzato anche in cosmesi per creme e lozioni cutanee, efficaci nel combattere acne, rughe e infiammazioni della pelle, ma è anche, come abbiamo visto, un ottimo alleato contro cellulite e ritenzione idrica.

CONTROINDICAZIONI DEL CETRIOLO

cetrioli affettati

Non esistono delle vere e proprie controindicazioni legate al consumo regolare di cetrioli. Occorre però segnalare che alcune persone manifestano una intolleranza, spesso legata alla difficoltà di digerire la cellulosa di cui questo ortaggio è ricco. Tuttavia, esistono alcune varietà di cetriolo più facilmente digeribili, come ad esempio il cosiddetto “cetriolo lungo digeribile”, dal sapore più delicato rispetto ad altre. Alcuni, inoltre, trovano più leggeri i cetrioli in salamoia rispetto a quelli crudi aggiunti, ad esempio, alle insalate.

USI IN CUCINA DEL CETRIOLO: COME CONSUMARLO?

Al momento dell’acquisto, quando andate al supermercato o dal contadino, il consiglio è di scegliere sempre cetrioli freschi, che si riconoscono per avere la buccia soda, integra e senza lesioni causate da parassiti. È importante che siano consistenti e non troppo grandi, perché potrebbero contenere molti semi ed essere troppo maturi, quindi più ricchi di acqua e poco saporiti, così come avviene con le zucchine.

I cetrioli si possono consumare crudi, in insalata o in pinzimonio, oppure si possono conservare sott’aceto o in salamoia. Come abbiamo detto, questi “cugini dell’anguria” sono conosciuti principalmente come ingrediente base del gazpacho andaluso, una zuppa fredda di verdure perfetta per l’estate, ma in realtà si prestano a essere utilizzati in tantissime ricette diverse, come nella salsa tzatziki, immancabile condimento greco, e anche all’interno di tramezzini, antipasti e centrifugati. Inoltre, sono l’ingrediente ideale per creare degli involtini da farcire a piacere, per creme da servire tiepide o per realizzare i sottaceti, da usare in accompagnamento al bollito.

In Europa centrale i cetrioli si consumano anche a colazione, mentre c’è chi li usa per realizzare una salsa al curry o per preparare il sushi vegano. Infine, uno dei modi più sani per utilizzare i cetrioli in cucina è quello di realizzare delle bibite fatte in casa, sfruttando le proprietà purificanti di questa verdura. Se volete un mix benefico per la pelle, leggete tra gli estratti di frutta e verdura quello che utilizza i cetrioli, insieme a finocchi, mele, carote, spinaci, broccoli e zenzero… un vero concentrato di salute!

INSALATA GRECA, UNA RICETTA FRESCA E SALUTARE

Il cetriolo è, insieme al pomodoro, il grande protagonista delle insalate estive, proprio per il suo sapore leggero e rinfrescante. Ecco, quindi, una ricetta che non può mancare  in estate, ma è un’ottima soluzione anche per un pranzo sotto l’ombrellone. L’insalata greca è un piatto unico, a base di pomodori, cetrioli e feta, che, insieme al basilico e la cipolla, racchiude tutti i profumi di questa stagione.

Ingredienti

  • 100 g di feta greca
  • 5 olive nere denocciolate
  • 2-3 foglie di basilico fresco
  • 1 cetriolo
  • 1 pomodoro maturo
  • 1 cipolla rossa piccola
  • q.b. di olio extravergine di oliva
  • q.b di aceto
  • q.b. di sale e pepe

Procedimento

  1. Lavate i cetrioli e tagliateli a fettine sottili.
  2. Sbucciate la cipolla e tagliatela finemente o grossolanamente secondo i vostri gusti.
  3. Lavate i pomodori e tagliateli a spicchi sottili.
  4. Tagliate la feta a cubetti.
  5. Unite tutti gli ingredienti in una ciotola capiente e condite con olio, sale, aceto secondo i vostri gusti e infine aggiungete le foglie di basilico sminuzzate con le mani.
  6. Lasciate riposare in frigo 30 minuti circa per permettere ai sapori di amalgamarsi bene. Per rendere questo piatto davvero completo ed equilibrato dal punto di vista nutrizionale, aggiungete una o due fette di pane tostato.