Maggiorana: cos’è, proprietà e benefici, usi e ricette

maggiorana: cos'è, proprietà e benefici, usi

La maggiorana è una pianta aromatica originaria dell’Africa settentrionale e dell’Asia occidentale, in Europa non cresce quasi mai spontaneamente, viene invece coltivata. Tuttavia, non va confusa con l’origano comune, dal quale si distingue per l’aroma più delicato e la maggior peluria sulle foglie. Sono proprio le foglie la parte edibile della maggiorana: vengono esiccate e poi utilizzate per la preparazione di infusi, tisane e numerose ricette culinarie, che permettono di godere delle sue numerose proprietà benefiche.

Infatti, con un ridotto apporto calorico, la maggiorana rappresenta una buona fonte di ferro, potassio e magnesio. Inoltre, è caratterizzata dalla presenza di tannini e altre sostanze aromatiche che hanno un forte potere antiossidante. La maggiorana è da tempo nota per le sue proprietà terapeutiche come rilassante, antinfiammatorio, diureticoecc.

Recentemente, è stato scoperto il suo ruolo come regolatore degli ormoni sessuali, che apporta benefici nelle donne con la sindrome dell’ovaio policistico (PCOS).

Maggiorana: cos’è

La maggiorana (nome scientifico Origanum majorana L.), conosciuta anche con il nome di Persia, è una pianta aromatica appartenente alla famiglia delle Lamiaceae, come altre erbe aromatiche e officinali, tra cui origano (Origanum vulgare L.), menta, melissa, rosmarino, salvia, basilico e timo.

  • Regno: Plantae
  • Clade: Angiosperme, Eudicotiledoni, Asteride
  • Ordine: Lamiales
  • Famiglia: Lamiaceae
  • Genere: Origanum
  • Specie: Origanum majorana L.

Melarossa consiglia questo quest’olio essenziale di maggiorana perché è un prodotto biologico certificato COSMOS. E’ un’ottima scelta come olio essenziale per calmare la mente, con un effetto positivo sul sistema nervoso.

Valori nutrizionali

La maggiorana essiccata ha un basso potere calorico, circa 270 calorie per 100 grammi (5 calorie/cucchiaio), dato prevalentemente dal contenuto di fibre, che costituiscono circa il 40% del suo peso secco.

Non è una buona fonte di proteine e grassi, seppur presenti in minima parte, rispettivamente per circa il 13% ed il 7% del peso secco. D’altro canto, è ricca di vitamine C e B (niacina, tiamina, riboflavina, B6, acido folico e pantotenico). Inoltre, contiene buone dosi di vitamine liposolubili A, E, K.

Invece, è un’ottima fonte di:

  • magnesio
  • ferro
  • sodio
  • altri minerali (potassio, calcio, rame, fosforo, selenio e zinco).

Inoltre, l’olio essenziale di maggiorana è ricco di carotenoidi, come beta-carotene (precursore della vitamina A), beta-criptoxantina, luteina e zeaxantina, oltre che di flavonoidi, terpeni e tannini, che sono responsabili delle sue proprietà aromatiche e officinali.

maggiorana: benefici

Proprietà della maggiorana

Il consumo di maggiorana apporta benefici riguardanti sia la sfera psichica che somatica, dall’azione rilassante, fino alla prevenzione di patologie neurodegenerative.

L’infuso delle foglie è utile soprattutto per contrastare dolori mestruali e alterazioni dell’alvo (diarrea, stipsi, ecc.), per curare tosse e raffreddore opera la sua azione mediante suffumigi (per inalazione). Mentre l’olio essenziale, per uso esterno, svolge azioni cicatrizzanti e antireumatiche.

Proprietà della maggiorana

I benefici che questa pianta aromatica è in grado di apportare all’organismo sono dovuti all’azione dei suoi componenti.

  • Acido rosmarinico. E’ un derivato dell’acido caffeico dalle proprietà: antiossidanti, antifungine, antibatteriche, antivirali, antinfiammatorie.
  • Carotenoidi. Sono pigmenti colorati, dal rosso al violetto, con un forte potere antiossidante, più abbondanti tra i quali sono la zeaxantina ed il beta-carotene.
  • Flavonoidi. Appartengono alla classe dei polifenoli e, oltre ad avere un forte effetto antiossidante, svolgono un ruolo protettivo contro parassiti e funghi.
  • Tannini. Sono molecole dal forte potere antiossidante che la pianta produce per difesa. Infatti, conferiscono alle foglie un sapore amaro e astringente, che dovrebbe dissuadere il “predatore” dal cibarsene.
  • Terpeni. Sono una classe di molecole aromatiche ad azione antiossidante e antiparassitaria, molto abbondanti nell’olio essenziale della maggiorana, la più conosciuta delle quali è il Carvacrolo, terpene responsabile dell’odore caratteristico della maggiorana e dell’origano comune.
  • Vitamine e sali minerali.

Benefici della pianta

La maggiorana, grazie alle proprietà dei suoi principi attivi, è spesso utilizzata in fitoterapia per prevenire, o ridurre la sintomatologia di numerosi disturbi; è assunta come:

Antibiotico naturale

La maggiorana ha proprietà antimicrobiche dovute principalmente alla presenza di Cavacrolo, una molecola in grado di danneggiare la membrana cellulare dei microrganismi patogeni (funghi e batteri) con attività battericida e funghicida. L’infuso è più indicato per risolvere infezioni intestinali, causate, ad esempio, da alcuni ceppi di Escherichia coli, mentre poche gocce di tintura madre o di olio essenziale possono ridurre la presenza di vescicole provocate dall’Herpes simplex.

Antitumorale

La presenza di terpeni, flavonoidi, tannini e vitamine (C, E, K, A) aiuta a contrastare la formazione e la proliferazione dei tumori. Infatti, si tratta di potenti antiossidanti e bloccano l’azione dei radicali liberi dell’ossigeno (ROS), molecole che si trovano tra le principali cause di neoplasia perché in grado di legare il DNA e provocare danno cellulare.

Antinfiammatorio

L’azione antinfiammatoria della maggiorana è dovuta principalmente alla presenza del Carvacrolo, terpene che svolge un’attività analoga ai farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS). Blocca la Coxossigenasi-2 (COX-2), enzima coinvolto nella produzione di molecole pro-infiammatorie, come prostaglandine, prostacicline e trombossani.

Rafforza le fibre di collagene

Gli antiossidanti contenuti nelle foglie di maggiorana, in particolar modo le vitamine A e C, contribuiscono a rafforzare le fibre di collagene e aiutano a contrastare l’invecchiamento precoce della pelle.

Maggiorana rilassante e sedativa

La maggiorana è in grado di agire sul sistema nervoso con un’azione calmante e sedativa dovuta principalmente alla presenza di magnesio, ione che favorisce la trasmissione degli impulsi tra le cellule neurali.

Inoltre, la maggiorana è in grado di regolare i livelli di adrenalina e serotonina, ormoni che regolano lo stato dell’umore e il ciclo sonno-veglia. Quindi, un infuso di maggiorana è utile nel ridurre:

  • nervosismo
  • ansia
  • stress
  • episodi di insonnia. 

Rimedio contro febbre, tosse, raffreddore e mal di gola

L’azione calmante e antisettica, sommata al forte potere antiossidante (dato dalla presenza di terpeni, tannini, flavonoidi e vitamina C), rendono l’infuso di maggiorana un ottimo rimedio naturale per contrastare:

  • febbre
  • tosse
  • raffreddore
  • mal di gola (gargarismi).

Melarossa raccomanda questo spray con olio di magnesio, lavanda, menta piperita e maggiorana. RelaxLegs funziona per il massaggio, favorisce il rilassamento e aiuta a riattivare la circolazione sanguigna. Raccomandato anche agli atleti per il massaggio post allenamento.

Rimedio contro i dolori reumatici e muscolari

Bagni alla maggiorana, o massaggi con il suo olio essenziale, svolgono un’azione rilassante, e tonificante, che aiuta a contrastare dolori reumatici e muscolari, anche in caso di contratture.

Tra i numerosi principi attivi ad azione antinfiammatoria contenuti nelle sue foglie, spicca il beta-cariofilene, molto utilizzato nel trattamento di:

  • osteoporosi
  • arteriosclerosi
  • artrite reumatoide.

Favorisce la digestione

L’infuso di maggiorana stimola la produzione di succhi gastrici, che favoriscono la digestione. Inoltre, il forte effetto rilassante, agendo sulla muscolatura liscia intestinale, è in grado di alleviare:

  • dolori addominali
  • diarrea
  • gastrite.

Invece, l’olio essenziale è più indicato per ridurre i sintomi di flatulenza e meteorismo.

Rimedio contro il mal di testa

La maggiorana è un ottimo rimedio contro il mal di testa. Il suo effetto rilassante svolge un’azione vasodilatatoria, con conseguente riduzione della pressione arteriosa a livello ematoencefalico, che normalizza il flusso di ossigeno al cervello, alleviando la cefalea.

Diuretico

L’azione vasodilatatoria e ipotensiva a livello dei vasi sanguigni ha anche un effetto benefico sul sistema renale: stimola la diuresi e la depurazione dell’organismo, contrastando la ritenzione idrica.

Rinforzante per la vista

Contiene buone concentrazioni di vitamina A e carotenoidi, che difendono l’occhio dai raggi UVA e svolgono un’azione preventiva contro la degenerazione maculare.

Regolatore del ciclo mestruale e della fertilità

La maggiorana ha la capacità di ripristinare l’equilibrio ormonale e regolare il ciclo mestruale.

Infatti, recenti studi hanno dimostrato il suo ruolo come regolatore ormonale nelle donne con la sindrome dell’ovaio policistico (PCOS), una condizione che riduce di gran lunga le probabilità di portare a termine una gravidanza. L’assunzione di infusi a base di maggiorana ha aumentato la fertilità nelle donne con PCOS, riportando al valore normale i livelli di alcuni ormoni (solitamente elevati):

  • DHEA-S, precursore di androgeni ed estrogeni.
  • LH (ormone luteinizzante), regolatore dello sviluppo ovarico.
  • Testosterone, ormone androgeno.
  • Insulina, ormone che regola il metabolismo degli zuccheri nel sangue.

Inoltre, l’azione antispasmodica e antinfiammatoria della maggiorana è utile in caso di dolori mestruali, poiché rilassa le pareti uterine, limitando le contrazioni e il dolore.

Controindicazioni

Non ci sono particolari controindicazioni per il consumo di maggiorana in soggetti adulti.

Ma è sconsigliata in età pediatrica ed in casi particolari come gravidanza e allattamento. Inoltre, come tutte le erbe aromatiche, deve essere evitata da chi presenta ipersensibilità verso uno o più dei suoi componenti, per prevenire il verificarsi di episodi allergici.

maggiorana: usi in erboristeria

Maggiorana: uso in erboristeria

La maggiorana è un’erba officinale, che per le sue proprietà benefiche, ha molteplici impieghi in fitoterapia. È possibile acquistarla in erboristeria, sotto forma di infuso, tisana, tintura madre, o olio essenziale, a seconda delle esigenze.

  • Infuso: costituito dalle sole foglie essiccate della maggiorana, utile in caso di insonnia, ansia, mal di gola, tosse e dolori muscolari.
  • Tisana: costituita da foglie e fiori di maggiorana, eventualmente associati ad altre erbe aromatiche, per aumentare l’effetto terapeutico.
  • Tintura madre: ottenuta dall’estrazione in alcol dei vari componenti della pianta, svolge un’azione antibatterica, antispasmodica e antifungina ed è utile in caso di meteorismo, cattiva digestione e dolori mestruali.
  • Olio essenziale: ottenuto dai fiori esiccati della pianta, utile per alleviare ansia, mal di testa, dolori articolari e muscolari, se massaggiato sulla zona interessata.

Per dosaggi e modalità di assunzione si consiglia di fare riferimento all’erborista.

La maggiorana è molto versatile e può essere utilizzata in abbinamento a carni bianche o rosse, uova, pesce, legumi o come condimento sulla pasta, proprio come l’origano.

maggiorana: usi in cucina